Domande Frequenti

letto 1155 voltepubblicato il 20/04/2017 - 15:12 nel forum Forum generale, in CreAZIONI Giovani: Regione Sicilia

Di seguito alcune indicazioni rispetto a frequenti questioni relative alle attività di rendicontazione e controllo documentale dei progetti finanziati nell’ambito dell’avviso "Creazioni Giovani" (Linea 1, 2, 3)

4 commenti

Stefano Fiaschi

Stefano Fiaschi11/05/2017 - 09:11

Nel caso in cui il soggetto beneficiario si avvalga di prestazioni di lavoro occasionale, al momento del pagamento il prestatore dovrà rilasciare una ricevuta che dovrà contenere i seguenti parametri:

  • dati personali del committente;
  • dati personali del prestatore d’opera;
  • dati di identificazione della ricevuta (numero e data);
  • compenso lordo percepito (compenso determinato dal contratto/accordo tra le parti);
  • importo della ritenuta d’acconto (20% sul compenso lordo);
  • totale netto da corrispondere (importo del pagamento).

In calce alla ricevuta devono essere riportate alcune indicazioni utili al committente, sia da un punto di vista fiscale che previdenziale:

  • Operazione non soggetta a Iva a norma dell’articolo 5, comma 2, DPR 633/72
    Tale indicazione è fondamentale per dimostrare al committente che la ricevuta riguarda una prestazione di lavoro autonomo occasionale.
  • Dichiarazione di non aver superato la soglia dei €. 5.000
    Tale dichiarazione è fondamentale per dimostrare al committente che non deve versare alcun contributo previdenziale alla Gestione separata in merito alla prestazione lavorativa.
Stefano Fiaschi

Stefano Fiaschi11/05/2017 - 11:09

I beneficiari hanno l’obbligo di dichiarare la propria posizione in merito alla detraibilità o indetraibilità dell’IVA.

In caso di IVA non detraibile - e quindi ammessa a finanziamento - su tutti i giustificativi di spesa, oltre al timbro riportante il codice del progetto, dovrà essere apposta la dicitura “IVA non detraibile”.

In allegato un .

Stefano Fiaschi

Stefano Fiaschi11/05/2017 - 11:59

Come previsto dalla Guida alla rendicontazione (), in sede di rendicontazione il beneficiario dovrà allegare gli estratti conto corrente trimestrali ricevuti dalla banca.

Qualora ancora non disponibili, sarà ammessa la lista movimenti stampata e timbrata dal proprio istituto di credito. 

Stefano Fiaschi

Stefano Fiaschi28/06/2017 - 09:09

+++ AGGIORNAMENTO: allegato il modello di dichiarazione di conformità dei documenti di spesa +++

 

I giustificativi di spesa e i relativi allegati (es. bonifico, contratti, ecc) dovranno essere prodotti in copia conforme all’originale, resa mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.

Per rendere conforme tali documenti è infatti necessario produrre un’apposita dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, come definita dall’art. 1, comma 1, lett. h) del DPR 445/2000, di cui all’art. 19 ed all’art. 19-bis del medesimo DPR,  specificando in calce alla copia di ciascun giustificativo di spesa e relativo allegato, oltre che nel modulo di richiesta del Saldo (ove va riportato che gli allegati numerati da ___ a ____ composti da n.___ pagine, su cui è apposta la dicitura “copia conforme”, sono copia conforme all’originale) che sono conformi all’originale.

Le copie rese conformi dovranno essere consegnate in originale al Dipartimento insieme alla richiesta di erogazione saldo e tutti gli allegati previsti. Pertanto, tale documentazione non può essere inviata tramite PEC.