Concessioni e project financing - Associazione Forum Appalti

Anche la cessione del ramo d’azienda può nascondere infiltrazioni mafiose negli appalti

La cessione del ramo d’azienda costituisce una delle tipiche modalità mediante la quale le imprese colluse con la mafia consolidano la propria presenza nel mondo dell’economia e degli appalti.

Leggi

Appalti pubblici: i patti di integrità vincolano l'impresa per il futuro contratto

Gli impegni assunti dai concorrenti con la sottoscrizione dei «patti di integrità» operano pro futuro in relazione al contratto da affidare e non costituiscono dichiarazioni in ordine al possesso di pregressi requisiti rilevanti per la partecipazione alle procedure di gara.

Leggi

APPALTI PUBBLICI: COME FUNZIONANO LE “CARTIERE” DELLE MAFIE

Le “cartiere” delle mafie sono società esistenti solo sulla carta e prive di reali strutture, che apparentemente prendono in subappalto i lavori affidati ad una società realmente operante e dotata di uomini e mezzi, in modo tale da rendere possibile la creazione di costi fittizi ed consentire, in

Leggi
GIUSEPPE LEO il 02/01/2019 - 14:14 ha scritto I controlli sono fondamentali. Con i mezzi oggi a disposizione si può prevenire ed estirpare questo " CANCRO ". Basta... leggi

Appalti, le dimissioni dell'amministratore corrotto non giustificano la revoca degli arresti domiciliari

Ai fini dell’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari è rilevante la concreta possibilità che l’amministratore indagato per il reato di corruzione possa continuare ad interferire, di fatto, nelle scelte operative dell’impresa appaltatrice.

Leggi

Sempre illegittima l’aggiudicazione con turbativa d'asta

La presenza di fondati sospetti circa la sussistenza del reato di turbativa d'asta in base all’articolo 353 del codice penale costituisce un presupposto sufficiente a giustificare l'annullamento in autotutela degli atti di gara da parte della stazione appaltante.

Leggi

Per l'esclusione dalla gara sono rilevanti anche le condanne del sindaco supplente della società concorrente

La stazione appaltante deve essere sempre certa che, ove si realizzi il passaggio da sindaco supplente a sindaco effettivo, la società concorrente possa sempre assicurare che tutti i propri organi siano immuni dalle cause di esclusione di cui all’articolo 80 del Codice dei contratti pubblici.

Leggi

Le «nuove» gare fra incertezze applicative e giurisprudenza oscillante

Le oscillazioni giurisprudenziali sull’applicazione concreta di istituti nuovi e importanti rappresentano un piccolo, ma significativo, spaccato della molteplicità e della multiformità dei problemi che si pongono quotidianamente agli operatori del settore, e ciò sia che si tratti di committenti p

Leggi

L’illegittimo frazionamento dell’appalto è punibile come abuso d’ufficio

Risponde del reato di abuso di ufficio il responsabile unico del procedimento che, al fine di procedere all’affidamento diretto a favore di un’impresa di sua conoscenza, fraziona l’appalto unitario in più contratti, violando le norme del codice degli appalti che, per contratti di importo pari o s

Leggi

Sisma 2016: l'appalto per la raccolta delle macerie non è assimilabile alla mera raccolta di rifiuti urbani

Il servizio di rimozione delle macerie derivanti dal sisma del 2016 può essere svolto anche da aziende che gestiscono ordinariamente il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani.

Leggi

Nessuna sovrapposizione possibile tra requisiti di gara e clausole per valutare le offerte

È legittimo il bando di gara che richieda, quale requisito di partecipazione, l’aver reso, nell’arco dell’ultimo triennio, servizi analoghi al contratto da appaltare e preveda, quale elemento di valutazione dell’offerta tecnica, i servizi svolti per il periodo superiore al triennio, senza alcuna

Leggi

Pagine