Prima Class action pubblica per la trasparenza nella pubblica amministrazione

letto 869 voltepubblicato il 22/01/2012 - 22:33, in TRASPAR-ENZA SITI WEB P.A.

L'azione, se ammissibile potrebbe costituire un importante precedente.

Nel decreto Monti sulle liberalizzazioni qualche novità per rendere più efficace l'azione di classe: non servirà più il requisito dell’identità del diritto ma quello della omogeneità da parte di utenti e consumatori che vogliano aggregarsi per intraprendere l'azione.

Ma .....nel caso della trasparenza non sarebbe più semplice istituire un organismo ad hoc, il Tribunale della Trasparenza, un organo amministrativo sito in ogni provincia, che su semplice segnalazione dei cittadini pubblicate in un sito web, per la mancata trasparenza dei siti web della p.a. abbia la competenza prima a diffidare e poi a sanzionare in automatico, senza alcun processo, la Dirigenza ? La sanzione? Decurtazione in automatico per un anno non solo dell'indennità di risultato ma anche dell'indennità di posizione e per l'organo politico decurtazione dello stipendio. Una favola.. :-) E le indennità decurtate dovrebbero confluire in un fondo destinato alla formazione dei dipendenti pubblici. Altro che gravare i Tribunali ordinari anche per queste cose... Come siamo complicati in Italia..