La mia Tesi "La qualità dei siti web nella P.A"

letto 1662 voltepubblicato il 17/02/2014 - 23:15, in Qualità Web PA

Buona sera . volevo segnalarvi la mia tesi discussa lo scorso 18 dicembre 2013: "la qualità dei siti web nella P.A." ovviamente tutto incentrato sul Dlgs. 33/2013 :)))

Gli argomenti in breve trattati durante la discussione della tesi sono stati i seguenti:
- un'eccessiva produzione legislativa che negli intenti vuole semplificare ma che di fatto è ancora lontana dagli obiettivi (se ne parla dal 1968 con l'autocertificazione, ma se parliamo ancora oggi di semplificazione, significa che non abbiamo fatto ancora nulla),
- tuttavia le ultime disposizioni obbligano i funzionari ad essere più efficienti (cono di imbuto)
- la necessità di un cambiamento organizzativo e culturale all'interno della P.A. prima dell'implementazione di innovazioni tecnologiche,
- una chiarezza normativa carente da parte del legislatore (è stato vietato l'uso del fax, adempimento introdotto con la legge di conversione del decreto del FARE quando era già in vigore l'obbligo delle sole comunicazioni telematiche tra P.A. in aperto contrasto con l'art. 47 del CAD),
- una mancanza di effettiva responsabilità e applicazione di sanzioni per i dirigenti (rapporto con i politici che dovrebbero controllare),
- il cittadino potrebbe fare ma non è allenato, occorre stimolarlo
- i livelli di interattività del cittadino che tramite i servizi online dovrebbe poter far tutto quello che gli occorre con pochi click,
- una mancanza di effettiva interoperabilità tra le P.A. nonostante gli obblighi vigenti,
- opendata: oneri alle P.A. inutili. Mille adempimenti quando ciascuna sarebbe sufficiente mettere a disposizione i dati in modo aperto rendendoli disponibili per gli organismi di controllo
- perdite di risorse finanziarie proprio perchè manca la vera semplificazione.