Pubblicati i tagli 2014 per i Comuni

letto 2121 voltepubblicato il 15/07/2014 - 10:59, in Osservatorio Spending Review

Il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero dell'Interno, con il Comunicato del 14 luglio 2014 ha reso noti i dati allegati al decreto ministeriale del 3 marzo 2014  concernente la "Determinazione degli importi delle riduzioni del Fondo di solidarietà comunale, per l’anno 2014, per  complessivi 2.500 milioni di euro, per i comuni ricompresi nelle Regioni a statuto ordinario e della Regione siciliana e della Regione Sardegna, in applicazione dell'art. 16, comma 6, del decreto legge 6 luglio 2012 n. 95, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135" ( ), contenente i tagli aggiuntivi per ciascun ente locale, previsti dalle misure di spending review per l'annualità 2014.

La quota parte della riduzione è stata individuata sulla base della media delle spese sostenute dai comuni per consumi intermedi nel triennio 2010-2012, come desunte dai dati del Sistema informativo sulle operazioni degli enti pubblici - SIOPE.

Il provvedimento adottato tiene conto ed applica la clausola di salvaguardia in base alla quale l’entità della riduzione ad ogni comune, calcolata per abitante, non può superare la misura massima del 250 per cento della media costituita dal rapporto tra le riduzioni calcolate sulla base dei dati SIOPE 2010-2012 e la popolazione residente di tutti i comuni rientranti nella stessa classe demografica di appartenenza (art. 156 TUEL).

Si evidenzia che sul Fondo di solidarietà comunale 2014 è stata applicata soltanto la riduzione incrementale di 250 milioni calcolata come differenza tra la riduzione complessiva anno 2014, riportata nel presente allegato e la detrazione anno 2013 già applicata sul fondo di solidarietà comunale 2013  definita con  Decreto del Ministro dell’Interno del 24 settembre 2013.