PER IL CONSIGLIO DI STATO I CHIARIMENTI DELLA STAZIONE APPALTANTE NON MODIFICANO IL BANDO DI GARA

letto 600 voltepubblicato il 04/10/2015 - 20:57, in FORUM APPALTI, Barcamp "InnovatoriPA", Integrità, Osservatorio Spending Review

I chiarimenti forniti dalla stazione appaltante nel corso della procedura di gara non sono idonei a modificare la disciplina contenuta nel bando e non possono ampliarne il contenuto rispetto alle originarie previsioni. È questo il principio riaffermato, in conformità alla consolidata giurisprudenza amministrativa, dal Consiglio di Stato con una recente sentenza del 23 settembre 2015.