GARE, NO ALL'ESCLUSIONE SE LA CONDANNA NON INCIDE SULLA MORALITÀ PROFESSIONALE

letto 291 voltepubblicato il 26/01/2016 - 22:54, in FORUM APPALTI, Integrità

È illegittima l'esclusione dalla gara del concorrente che non abbia dichiarato una condanna penale quando tale omessa indicazione è dovuta all'equivocità del bando di gara ed il reato commesso non è incidente sulla moralità professionale. 
È questo il principio affermato dal Tar Lazio con una recente sentenza del gennaio 2016.