Lo spirito della Destra

letto 55 voltepubblicato il 22/07/2021 - 23:29

Lo spirito della Destra è giocoso e fantasioso. La "spiritualità" per la Destra equivale a cerebralità ed è proprio da questa qualità che deriva la sublimazione dell'istinto sessuale, cioè non l'asessualità ma una sessualità vissuta mentalmente in cui la donna ha un ruolo benigno e confortatore. I suoi uomini sono per l'ordine pubblico democratico, amano la pace ed il rispetto reciproco fra gli uomini. Pensiamo ai danni che hanno fatto alla psicologia umana tanto lo spiritualismo quanto il materialismo, entrambi frutto di un  profondo travisamento della realtà . Il primo vede lo spirito in una prospettiva sia trascendente, con promesse di una ricompensa futura dopo la morte, sia immanente, come qualcosa che si invera nella storia e porta a tappe sempre più perfezionate: per Hegel il culmine di questo processo sarebbe la nazione tedesca! Come si può facilmente constatare, la filosofia di Hegel è solo ideologia. Così come è ideologia il cosiddetto materialismo scientifico di Marx ed Engels, rappresentanti della sinistra hegeliana. Per essi, dalle rovine dello Stato borghese, nascerebbe una società paradisiaca, dominata dalla dittatura del proletariato. Viene spontaneo osservare che, a prescindere dai sanguinosi tentativi storici volti ad instaurare tale dittatura, ragionando astrattamente non si riesce proprio a capire da dove potrebbe saltare fuori una società armoniosa, giusta e piena di tempo libero, cui si dedicherebbero i lavoratori dopo lo sfascio dello Stato dilaniato dalla lotta di classe. Armonia e tempo libero si ritrovavano invece nell' ormai perduto comunismo naturalistico, dove la vita scorreva secondo i ritmi cosmici.Ben diversa è però la dottrina stoica, per il quale ogni cosa, perfino una parola, ha una consistenza atomistica, quindi materiale, destinata a modificare il sistema cerebro-spinale di chi la riceve. In questa versione il materialismo appare più accettabile e veritiero. Per tornare alla Destra, specifichiamo che essa non è in alcun senso una ideologia, anzi le rigetta tutte in blocco: ritiene che le capacità cognitive del cervello, per svilupparsi, abbiano bisogno di adeguati stimoli, che spesso mancano in ambienti o zone depresse. Lo spirito della Destra è semplicemente lo spirito dell'uomo che vuole essere libero e non condizionato dalle interferenze del potere, che, espandendosi, non si accontenta più di possedere ricchezze e beni materiali, di manipolare organismi biologici,  ma esige anche il consenso di tutti gli uomini, avendo come fine ultimo quello di impadronirsi della stessa coscienza umana. Così come non è spiritualista o materialista, la Destra non è nemmeno atea, perchè riconosce l'esistenza di un qualcosa che si esprime in codici e significati, ma non è classificabile alla stregua degli ordinari sistemi di pensiero.