Incarico Project Manager

letto 250 voltedomanda inserita il 26/01/2016 - 17:08, in Politiche per i Giovani

Salve,

il quesito che vi pongo è relativo alla figura del project manager.

Tale ruolo è ricoperto dal legale rappresentante dell’associazione capofila del progetto; lo stesso è però dipendente pubblico (dipendente di una struttura ospedaliera).

Per un incarico occasionale e temporaneo come questo è sufficiente il rilascio di un nulla osta da parte del datore di lavoro (in questo caso azienda ospedaliera)? Vi  sono precedenti nella gestione di un incarico con un dipendente pubblico?

Probabilmente sarà necessaria una rimodulazione del suddetto incarico in termini di impegno lavorativo e di conseguenza della relativa quota budget.
E’ possibile affiancare una figura di Assistant Project Manager che possa collaborare e e ricoprire le giornate/ore lavorative mancanti?
Ci sono state situazioni analoghe?

Grazie.
 

2 risposte

Giusy Calandra
+1
0
-1
Giusy Calandra27/01/2016 - 17:30 (aggiornato 27/01/2016 - 17:30)

Buonasera

non abbiamo precedenti in merito, ma vi chiediamo cortesemente di far prendere informazioni specifiche al Legale Rappresentante e di vedersi le declaratorie. Potrebbero esserci regole diverse a seconda della tipologia di Aministrazione. Comunque, ogni impiegato pubblico ha l'obbligo di dichiarare l'introito aggiuntivo. Riguardo alle aggiunte di personale la riosposta è sì, nel rispetto dei soliti parametri .

 

Giuseppe Raffa
+1
0
-1
Giuseppe Raffa28/01/2016 - 09:58

Aggiungo, a quanto scritto da Giusy Calandra, alcune informazioni in merito agli incarichi che possono essere conferiti ai dipendenti pubblici.

Sono procedure disciplinate dall'art.53 del D.lgs. n.165/2001 (Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche). In particolare dai commi che vanno dal 6 al 13. In linea di principio "I dipendenti pubblici non possono svolgere incarichi  retribuiti che   non   siano   stati   conferiti   o   previamente   autorizzati dall'amministrazione di appartenenza.  Ai  fini dell'autorizzazione, l'amministrazione  verifica  l'insussistenza  di  situazioni, anche potenziali, di conflitto di interessi" (comma 7).

La stessa norma (comma 6) prevede che  "Gli incarichi retribuiti, di cui ai commi seguenti,  sono  tutti  gli incarichi, anche occasionali, non compresi nei compiti  e  doveri  di ufficio, per i quali e' previsto, sotto qualsiasi forma, un compenso".

In sintesi, il rappresentante legale dell'associazione se riceve un compenso per qualsiasi attività deve preventivamente chiedere l'autorizzazione al suo datore di lavoro pubblico.