Buon anno fratello innovatore

letto 1890 voltepubblicato il 30/12/2008 - 10:31 nel blog di Salvatore Marras

Buon anno
buon anno davvero e spero
sia bello sia bello e leggero
che voli sul filo dei tuoi desideri
ti porti momenti profondi e i misteri
rimangano dolci misteri
che niente modifichi i fatti di ieri
ti auguro pace risate e fatica
trovare dei fiori nei campi d'ortica
ti auguro viaggi in paesi lontani
lavori da compiere con le tue mani
e figli che crescono e poi vanno via
attratti dal volto della fantasia
buon anno fratello buon anno ai tuoi occhi
alle mani alle braccia ai polpacci ai ginocchi
buon anno ai tuoi piedi alla spina dorsale
alla pelle alle spalle al tuo grande ideale
buon anno fratello buon anno davvero...
che ti porti scompiglio e progetti sballati
e frutta e panini ai tuoi sogni affamati
ti porti chilometri e guance arrossate
albe azzurre e tramonti di belle giornate
e semafori verdi e prudenza e coraggio
ed un pesce d'aprile e una festa di maggio
buon anno alla tua luna
buon anno al tuo sole
buon anno alle tue orecchie
 e alle mie parole
(Lorenzo Cherubini)

2 commenti

Laura Strano

Laura Strano31/12/2008 - 19:03
auguro a chi è innovatore di diventar sempre migliore a chi sogna d'esserlo, come me, di diventare innovatore, a chi non sa .., di sognar l'innovazione, perchè i sogni possono avverarsi auguri speciali a tutti di mille occasioni e nuove splendide emozioni auguri soprattutto di serenità per l'anno che fra poco arriverà .. ciao ............. Laura
Laura Strano

Laura Strano31/12/2008 - 18:48
Tra poco, cominciando l'anno nuovo, qualcuno di voi forse riuscirà a udire la sua voce. Gennaio in fin dei conti è un mese pressappoco uguale agli altri. Agli occhi degli uomini è invece il mese più importante; e l'importanza sta tutta nel principio, nel primo giorno... nella prima ora, nel suo primissimo minuto. Dicono infatti che a mezzanotte in punto, nell'atto di venire al mondo, emetta una sua voce; e che da questa voce si possa capire che razza di annata seguirà. Ma a mezzanotte c'è baccano. Crepitano bottiglie di spumante, risate, grida, schiocchi di baci, petardi fuori nella via. E in tanto strepito si perde la voce misteriosa... (D. Buzzati)