The State of The Union

letto 1852 voltepubblicato il 26/01/2011 - 17:26 nel blog di Gianluigi Cogo

Mai era successo, prima di oggi, che il question time in coda al discorso del Presidente Americano sullo State of Union, venisse delegato anche a strutture di servizio, social mediali.

Navigando sul sito dell'evento: è possibile notare, in basso a destra, i link ai canali della White House sui media sociali dove una serie di deputati e moderatori di alto livello, favoriscono e facilitano l'interazione con chiunque voglia intervenire.

State of Union

Non è più fantascienza, è piuttosto una realtà da accettare incondizionatamente. E non è nemmeno una questione di semplice entusiasmo sulle nuove tecnologie, piuttosto una riflessione legata all’opportunità di utilizzare canali a costo zero (costo infrastrutturale) sui quali l’unico sforzo richiesto è il grande coinvolgimento delle persone.

L'Open Government non ha bisogno di tecnologie, ha bisogno di persone che credano nel modello e che mettano a disposizione il proprio tempo e le proprie relazioni.

Rock on!