Una buona iniziativa

letto 1959 voltepubblicato il 16/03/2011 - 18:04 nel blog di Salvatore Agostino Aiezza

Ho scoperto solo qualche minuto fa, leggendo una rivista, della bella, interessante e socialmente utile iniziativa (della quale forse in molti siete già a conoscenza)  lanciata dalla Coop Estense  intitolata: "Corsi in rete." Si tratta di una iniziativa che si svolge dai primi di marzo, in Puglia verso la fine dello stesso mese, volta a far apprendere, attraverso corsi gratuiti di internet, le nozioni di base per muoversi nel web e dedicati a quanti, per età o abitudini rischiano di restare fuori da queste nuove opportunità. Si trattra di veri e propri corsi di alfabetizzazione e, per di più, saranno tenuti da studenti di istituti ad indirizzo tecnico informatico. Alle  lezioni parteciperanno max 12 persone per corso al fine di garantire il massimo risultato. Mi sembra una ottima iniziativa che potrebbe prendere piede in altre realtà per cercare di raggiungere il maggior numero di persone e abituarle all'utilizzo del pc. Tutte le informazioni si possono trovare su molti siti che trattano l'iniziativa.

2 commenti

Salvatore Agostino Aiezza

Salvatore Agostino Aiezza25/03/2011 - 12:00
Cari amici e colleghi, questo pomeriggio,come ogni giovedi', scendendo da casa mi sono ancora una volta meravigliato del grande flusso di persone, molti anziani, ma non solo, in attesa che aprissero i vicini uffici dell'INPS: Per la verità oggi la fila era davvero molto lunga ed occupava buona parte del marciapiede. Mi sono allora ripromesso di andarmi a guardare con un certo approfondimento, il sito istituzionale dell'INPS. Detto fatto: Devo dire che è davvero ben fato e completo; si trovano tutte le istruzioni che è possibile avere e servono al cittadino e anche la sezione dei modelli e moduli è ben fornita e usufruibile (domande di pensione,pagamento contributi ecc.ecc.) Mi sono allora chiesto perchè tante persone davanti all'Ufficio. La risposta è arrivata molto presto. Per evitare inutili polemiche facciamo finta (ma non è cosi'!) che tutte quelle persone in fila sappiano usare bene il pc. Dov'è l'inghippo?? che la maggior parte dei moduli deve essere compilata,scaricata e consegnata agli uffici direttamente; non si può spedire on-line. Ovviamente questo non vale solo per l'INPS, bensi' per quasi tutte le p.a. Basta navigare sui vari siti per scoprire l'acqua calda. Ecco quindi che si riproducono file agli uffici, ai vari sportelli, agli urp ecc con conseguenti ripercussioni sui processi di dematerializzazione che presupporrebbero invece l'invio on-line di tute le richieste.Sono considerazioni molto semplici che inducono a riflettere sui processi di cambiamento in atto nell p.a perchè non si può predicare da più parti, lo faccio anche io, di semplificazione, di comunicazione on-line ecc se poi comunque dobbiamo andare a farci le file. Molti pensano allora che è inutile andare a guardare quel tale sito perchè tanto "devo comunque passare dall'ufficio." Torna quindi la domanda e la proposta, forte, di molti tra noi, di rendere obbligatorio l'invio esclusivamente telematico di tutte le richieste alle p.a. Tagliamo gli sportelli e recuperiamo il personale per l'attività di dematerializzazione e archivi dove c'è una grande sofferenza di risorse umane.
Marieva Favoino

Marieva Favoino 17/03/2011 - 00:33
Ottima segnalazione. Grazie Salvatore!