Città sostenibili, un nuovo percorso di condivisione e discussione

letto 1993 voltepubblicato il 28/06/2011 - 08:58 nel blog di Michele Vianello

 ECOMONDO è la più importante manifestazione italiana sulla sostenibilità ambientale.

p.p1 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 12.0px Helvetica}
p.p2 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 12.0px Helvetica; color: }
span.s1 {letter-spacing: 0.0px}
span.s2 {text-decoration: underline ; letter-spacing: 0.0px color: }
span.s3 {text-decoration: underline ; letter-spacing: 0.0px}

Organizzata dalla Fiera di Rimini, si svolgerà dal 9 al 12 novembre. ()

In quell’ambito si apre l’opportunità di sviluppare un percorso fatto di dibattiti, di confronto di buone pratiche, di presentazione di prodotti innovativi. Si potrà discutere davvero di “Città sostenibili”.

La Fiera di Rimini ha affidato al VEGA e al mondo dei Parchi Scientifici l’onore di organizzare la sessione dedicata alle Smart Cities.

Non vorrei, banalmente, ridurmi a contattare molti di voi, proporgli uno spazio negli stand, trovare un pò di relatori di grido. Banale, sempre lo stesso format comunicativo e organizzativo.

Mi piacerebbe invece proporre un percorso diverso, più partecipato, tale da provocare una discussione approfondita, da qui a novembre. Una strada diversa? semplicemente, anticipiamo negli spazi virtuali quanto poi discuteremo o presenteremo nell’ambito della Fiera.

Costruiamo un market place di buone pratiche, di segnalazione di prodotti, di idee, di conoscenze.

Il tema delle smart cities è troppo importante per il nostro futuro, per il futuro dell’umanità, per essere banalizzato. La sfida della sostenibilità ambientale si giocherà, prima di tutto, nelle aree urbane che saranno nei prossimi anni lo scenario delle maggiori trasformazioni economiche e sociali.

Fin dalla definizione di una smart city e, conseguentemente, all’articolazione delle politiche per realizzare una “città intelligente” e “sostenibile”, oggi si confrontano opzioni culturali, scelte tecnologiche, modelli di governance diversi.

Chi si occupa da tempo di smart cities sa che bisognerebbe abbandonare ogni idea meccanicistica per approdare ad una visione olistica del tema.

La realizzazione di una smart city equivale, sotto ogni aspetto, alla realizzazione di un programma di governo articolato ed innovativo.

E’ uno scenario affascinante e ambizioso.

E allora? ...e allora, da utilizzatore dei social media (che peraltro hanno grande rilievo sulla governance di una città) vi metto a disposizione una pagina “libera” e “aperta” su Facebook.

La pagina si chiama “Città sostenibile-processi innovativi per la progettazione urbana/Sustainable cities”. Attraverso questo strumento naviganti del web, ricercatori, imprese, Pubbliche Amministrazioni hanno a disposizione uno spazio di confronto “alla pari”.

Ciò che vi chiedo (oltre che attenervi al tema, e non usare lo spazio per pubblicizzare altri eventi) è di creare una community dove tutti offrano e condividano con altri la propria esperienza.

La Fiera sarà il luogo dove tirare le somme di questa road map virtuale e l’occasione per “scambiare” idee e prodotti.

Ovviamente io mi ritaglio il ruolo scomodo di colui che “dirigerà il traffico” essendo il Parco Scientifico -tutti i Parchi Scientifici- luoghi neutrali.

In questo ruolo scomodo mi assumo anche l’incarico di segnalare per primo la documentazione necessaria ad avviare una discussione.

Per mantenere la mia promessa di neutralità mi limito, per ora, ad indicare l’indirizzo web dove scaricare le slide della relazione che ho tenuto a Rimini qualche giorno fa, sono un ottimo indice di argomenti;

consiglio inoltre di visitare questi siti:

C’é dell’altro, sicuramente si. Segnalatelo!!!

altre informazioni su

pagina Facebook