Una sintesi dell'Open Government Partnership: governo aperto insieme ai cittadini

letto 1238 voltepubblicato il 23/04/2012 - 12:33 nel blog di Salvatore Marras, in Open Government

Per Francis Maude, il ministro conservatore del cabinet Office britannico, i dati sono la nuova materia prima del 21° secolo. La trasparenza all'inizio è difficile, rischiosa e scomoda, ma una volta avviato il processo non si può più tornare indietro. A marzo del prossimo anno saranno loro ad ospitare OGP.

Per Hillary Clinton le nazioni non saranno più divise tra est e ovest, ma tra quelle aperte e quelle chiuse. Le nazioni che sono contro "il cambiamento, le idee e le culture diverse dalle loro, scopriranno velocemente che nel mondo di internet resteranno indietro". 

Perchè è importante OGP a Brasilia lo spiega bene Ernesto Belisario. Open Goenrment, inanzitutto, serve a superare la crisi della democrazia o delle democrazie (la distinzione non è secondaria). L'esempio viene dalla Direttiva Obama del dicembre 2009, il primo Manifesto di un nuovo modello amministrativo improntato ai principi di trasparenza, partecipazione e collaborazione.

Cosa significa Open Government, oggi, lo potete capire meglio leggendo i 10 punti del manifesto di datagov.it e i 7 principi base della campagna ReinventAlbany. Ancora molto da fare, anche nei paesi più avanzati, come evidenzia l'audit del progetto open data UK.

Davis Eaves su Govloop  evidenzia che un risultato molto importante sono le relazioni che sono nate tra i rappresentanti della società civile. In particolare tra la comunità matura per i diritti per l'accesso all'informazione e quella, più variegata dell'opengov 2.0. Per quanto riguarda i governi l'OGP ha spinto molti di loro a prendere impegni sull'openness che non avrebbero messo tra le loro priorità. E l'Italia è sicuramente tra questi.

Guido Romeo ha raccontato molto bene la sua esperienza a Brasilia. Citando Tim Kelsey, il direttore per la trasparenza e gli open data del governo britannico "L'open government sarà probabilmente il più importante contributo della nostra generazione alla vita pubblica delle nostre comunità". L'Italia è arrivata alla Partnership sul filo di lana. Ora deve dimostrare si poterci rimanere. Potrebbe essere esclusa!

Le regole del gioco sono chiaramente scritte nelle linee guida della partnership. L'obiettivo è il governo aperto con (insieme) i cittadini, non solo per (a) i cittadini.