La bussola della trasparenza in finale per il prestigiosissimo premio EPSA 2013

letto 3505 voltepubblicato il 02/10/2013 - 09:27 nel blog di Davide D'Amico

IL 30 settembre è stato pubblicato sul sito , l'elenco dei progetti in  nomination per il prestigiosissimo premio EPSA (European Public Sector Award) 2013. Questa iniziativa viene curata dall'EIPA e dall'EU ogni due anni, per promuovere e condividere le eccellenze in ambito Europeo.

La è in finale . E' già un ottimo risultato visto che ha dovuto confrontarsi con oltre 230 progetti a livello internazionale in un complesso, articolato e estremamente selettivo , terminato con una visita on-site di esperti internazionali.Ora c'è lo step finale, in cui avremo l'opportunità di andare a Mastricht (dal 25 al 27 novembre) e presentare il progetto Bussola della trasparenza. Indipendentemente dal fatto di vincere o non vincere il premio, ho fatto alcune riflessioni generali sull'importanza di partecipare a queste iniziative e le vorrei condividere con voi. La prima e la piu' importante: E' fondamentale mettersi in gioco e confrontarsi con gli altri. Viviamo in un mondo "pieno" di persone e quindi stracolmo  di potenziali "idee", e dobbiamo sentire e avere la voglia di conoscere non solo le nostre iniziative, ma anche ciò che fanno gli altri anche per affinare e scatenare in noi stessi nuove idee.... La seconda, ma anche questa molto importante: Spesso neppure noi conosciamo così a fondo le  stesse nostre iniziative. Siamo spesso accecati, crediamo che le nostre idee siano le migliori del mondo (e certamente qualche volta è vero..., ma non siamo così oggettivi...:-))  e partecipare ad un premio, ad una competizione fatta di regole definite, può migliorare la conoscenza che noi stessi "non" abbiamo del nostro progetto.Vi assicuro, che dovendo scrivere il materiale da dover presentare al premio EPSA, ho capito in modo piu' approfondito il progetto di cui io stesso sono l'autore, i suoi punti di debolezza e i suoi ulteriori punti di forza, e questo aiuterà a migliorare l'evoluzione dello stesso progetto nel futuro...Terza "cosa": I progetti vanno diffusi il piu' possibile e, partecipare a queste iniziative, è un modo per disseminare in contesti eterogenei le idee in cui si crede. Quarta "cosa" : E' importante cominciare a presentare il nostro Paese sia qui che all'estero in modo diverso. Questi momenti che sono anche di "partecipazione" servono anche a far capire, all'esterno del nostro "mondo PA", che non siamo fermi, che cerchiamo di migliorare, che c'è tanto di positivo anche da noi! Quinta e ultima "cosa" : un minimo di soddisfazione anche per chi cerca di realizzare idee e di mettere in campo strumenti utili per il miglioramento della pubblica amministrazione. Ho finito. Speriamo di tornare con il premio da Mastricht anche se è già stato bello arrivare fin qui!