Elezioni comunali: no al compenso per il lavoro straordinario dei dipendenti in posizione organizzativa

letto 3739 voltepubblicato il 29/04/2014 - 15:42 nel blog di Rita Pastore, in Osservatorio Spending Review

L’Aran si è espressa negativamente sul diritto al compenso per il lavoro straordinario prestato dai dipendenti in posizione organizzativa in occasione delle elezioni comunali. La questione è disciplinata, in maniera chiara, dalle seguenti norme contrattuali: art.14, comma 2, del Ccnl dell’1/4/1999 e art. 39, comma 2, del Ccnl del 14/9/2000, come modificato dall’art.16 del Ccnl del 5/10/2001.
La questione è discussa da tempo e risulta definita dalle norme contrattuali sopra citate. Non è in discussione il fatto che si tratti di un compenso per lavoro straordinario che, tuttavia, non viene erogato in quanto tale, ma (lo dice espressamente il comma 2 dell’art. 39 del Ccnl del 14/9/2000) si tratta di risorse che «vengono comunque erogate a detto personale in coerenza con la disciplina della retribuzione di risultato di cui all’art. 10 dello stesso Ccnl e, comunque, in aggiunta al relativo compenso, prescindendo dalla valutazione».
L’Aran ha dato parere negativo in merito al diritto delle posizioni organizzative a percepire compensi in occasione delle sole elezioni comunali. Va sottolineato che non esiste ad oggi alcuna norma che faccia distinzioni chiare  in merito al diritto di percepire compensi aggiuntivi per il lavoro prestato in occasione delle varie tipologie di elezioni previste dal nostro ordinamento. L’interpretazione dell’Aran è fondata sull’incipit del comma 2 dell’art. 39 del Ccnl del 14/9/2000, che così recita: «Gli enti provvedono a calcolare ed acquisire le risorse finanziarie collegate allo straordinario per consultazioni elettorali o referendarie anche per il personale incaricato delle funzioni dell’area delle posizioni organizzative».
Nel parere dell’Aran, tutto incentrato sul riferimento alla terminologia «acquisizione delle risorse», si afferma  che la norma conterebbe un «preciso vincolo del reperimento delle risorse».

Per approfondimenti: