Il Comune di Grosseto taglia gli affitti passivi

letto 670 voltepubblicato il 01/06/2014 - 13:23 nel blog di Rita Pastore, in Osservatorio Spending Review

Il Comune di Grosseto ha varato provvedimenti mirati a ulteriori azioni di valorizzazione del patrimonio comunale e all’abbattimento delle spese legate agli affitti passivi. È stata infatti approvata nel maggio u.s. la delibera di Giunta con la quale l'Amministrazione intende riorganizzare parte dei propri settori e uffici, nell’ottica di utilizzare al meglio quegli immobili di proprietà inutilizzati. Questo provvedimento è inserito in una serie di altri atti, a cui l’amministrazione sta lavorando già da tempo, nell’ottica di una revisione complessiva dei capitoli d’uscita del bilancio comunale iniziata già nel 2006.

Si tratta di provvedimenti mirati a realizzare ulteriori azioni di valorizzazione del patrimonio comunale e all’abbattimento delle spese legate agli affitti passivi. È stata infatti approvata la delibera di Giunta con la quale l’Amministrazione intende riorganizzare parte dei propri settori e uffici, nell’ottica di utilizzare al meglio quegli immobili di proprietà inutilizzati.
Saranno trasferiti gli uffici ospitati nell’edificio di proprietà del Consorzio agrario della Maremma toscana in via Roma a Grosseto. Sono coinvolti gli sportelli ambiente, agricoltura, affari animali e demanio marittimo. Per loro sono disponibili nuovi locali nelle ex sedi circoscrizionali di via Papa Giovanni XXIII e in via Unione sovietica, così come le sedi comunali di viale Sonnino e via Colombo. L’allestimento degli uffici nelle nuove sedi sarà ultimato nei prossimi mesi, cosa questa che permetterà al Comune di Grosseto di disdire il contratto di locazione per i locali di via Roma entro la fine dell’anno.
La previsione è quella di disdire 1° gennaio 2015 anche i contratti degli uffici attualmente accolti negli immobili di via Gramsci e in largo Ciro Menotti. A questo si aggiungeranno i risparmi sugli affitti passivi per i locali utilizzati dalla ex “Grosseto parcheggi” ed ex “Investia”.
Attraverso questo piano di riorganizzazione della logistica degli uffici pubblici, il Comune di Grosseto potrà contare su un taglio dei costi degli affitti passivi che potrà garantire circa 300mila euro di risparmi.