SCR Piemonte S.p.a.: un esempio di razionalizzazione della spesa pubblica regionale

letto 1560 voltepubblicato il 05/07/2014 - 15:12 nel blog di Rita Pastore, in Osservatorio Spending Review

La società che ha lo scopo di ridurre la spesa e ottimizzare i processi è la SCR Piemonte S.p.A., società di capitali interamente partecipata dalla Regione, istituita con Legge regionale n. 19 del 6 agosto 2007 con l’obiettivo di razionalizzare la spesa e di ottimizzare le procedure di scelta degli appaltatori pubblici nelle materie di interesse regionale, in particolare nei settori delle infrastrutture, trasporti, telecomunicazioni e sanità.
Le attività programmate per il 2014 prevedono 17 procedure di approvvigionamento di forniture e servizi tra la sanità e le spese comuni e oltre 90 procedure che concernono opere pubbliche.

Le performance della società sono di notevole interesse: ad sempio, il risparmio previsto in ambito sanitario per il 2014 è di circa 38,2 milioni di euro, contro i 26,7 milioni dell’anno scorso. Da un’analisi condotta a novembre 2013 dall’AVCP su un campione di farmaci non coperti da brevetto, selezionando 39 stazioni appaltanti in 18 Regioni e un set di indicatori, è emerso che il Piemonte risulta la Regione con la miglior performance nell’acquisto di farmaci a uso ospedaliero.
Gli indicatori presi in esame riguardano rispettivamente la posizione (rango) della stazione appaltante, per ciascun farmaco, nell’ordinamento dei prezzi di acquisto trasmessi dalle amministrazioni e il rapporto tra prezzo di acquisto della stazione appaltante e un prezzo arbitrariamente fissato (il prezzo mediano). Rispetto all’indicatore riferito alla posizione, i prezzi di acquisto aggiudicati da SCR Piemonte, per singolo farmaco, sono risultati mediamente i più bassi.
La società occupa n. 57 dipendenti per un costo annuo di 1,1 milioni di euro, valore che se paragonato ai risparmi generati, evidenzia il valore aggiunto svolto dalla centrale di committenza.