Contratti part-time e posizioni full-time “ Lavoro Nero – Bianco – Grigio “

letto 2184 voltepubblicato il 07/10/2014 - 11:55 nel blog di Cosimo Martella, in Servizi innovativi per il lavoro, Servizi per l'Impiego

Si segnala un interessante studio  ““Nero a metà”:contratti part-time e posizioni full-time fra i dipendenti delle imprese italiane” -  condotto da Carlo De Gregorio e Annelisa Giordano, pubblicato su - Istat Working Papers – n° 3/2014- .

Dall’analisi dei dati raccolti, emerge che la crisi ha accentuato il ricorso ad un utilizzo improprio dell’istituto del part/time. Sembrerebbe che il part-time involontario abbia svolto, almeno in parte, una funzione di contenimento dei costi e di ammortizzatore sociale, perlomeno per alcune aziende.

“La stima è basata sull’analisi delle coerenze fra i contratti di lavoro part-time rilevati dalle fonti amministrative e le dichiarazioni degli intervistati. È stato stimato l’ammontare dei falsi part-time, delle ore lavorate non regolari, dell’imponibile contributivo non dichiarato, la quota delle ore retribuite “fuori busta” e di quelle non retribuite affatto. Attraverso un modello logistico sono state analizzate le caratteristiche dei lavoratori e delle imprese maggiormente associate con l’uso irregolare dei contratti di lavoro part-time e full-time”.

La fonte