Le piccole idee per migliorare la burocrazia con gli strumenti digitali.

letto 1042 voltepubblicato il 13/02/2015 - 00:27 nel blog di Carlo Verdino, in Barcamp "InnovatoriPA", Sviluppo Locale

Le piccole idee per migliorare la burocrazia con gli strumenti digitali.

Credo che sia utile per ognuno di noi suggerire piccoli cambiamenti quotidiani che possano migliorare la nostra vita quotidiana. Ci provo con un paio di idee che spero stimolino la riflessione di tutti.

 

PEC per comunicare ad aziende private variazioni contrattuali disdette etc.

E’ obbligo di legge per le aziende e le partite IVA avere la PEC.

Per attivare un contratto di gestione di servizio (acqua, luce, gas, gestori di telefonia fissa e mobile), spesso basta una semplice form via web oppure un’adesione telefonica e il servizio è attivato.  Ciò accade anche per le variazioni con aumento di costi delle stesse.

Tuttavia al momento di disdire tale contratto e/o chiederne variazioni serve almeno una raccomandata con ricevuta di ritorno di tipo standard.

Basterebbe poco:

Dare la possibilità di recedere dal servizio o parti di esso tramite le stesse pagine Web date per controllo del servizio.
Dare la stessa evidenza che viene data alla sottoscrizione del servizio e nei contatti alla casella PEC per recedere in tutto o in parte dal contratto sottoscritto.

Opportunità: si evitano rendite di posizione dovute all’inerzia data dalla parte burocratica del recesso dal contratto, si recuperano tutte le ore lavorative perse in file alla posta e i costi per spedizioni di raccomandate con ricevute di ritorno (il solo termine fa venire il mal di stomaco).