Iscrizione nel casellario: l'Anac deve considerare le controdeduzioni trasmesse con Pec

letto 943 voltepubblicato il 23/03/2015 - 10:54 nel blog di Ilenia Filippetti, in FORUM APPALTI, Barcamp "InnovatoriPA", Integrità, Osservatorio Spending Review

È illegittimo il provvedimento con il quale l’Anac ha disposto l’iscrizione nel Casellario informatico di un’annotazione a carico di un operatore economico senza aver tenuto conto delle controdeduzioni trasmesse mediante l’invio di una PEC all’indirizzo ufficiale di posta elettronica certificata dell’Autorità. È questo il principio affermato dal Tar Lazio, Roma, sentenza 10 marzo 2015, n. 3943.