Prime condanne per le liquidazioni di incentivi sugli atti di pianificazione non collegate ad opere pubbliche

letto 995 voltepubblicato il 11/08/2016 - 06:38 nel blog di Simone Chiarelli, in FORUM APPALTI, Integrità

Prime condanne per le liquidazioni di incentivi sugli atti di pianificazione non collegate ad opere pubbliche

La Corte dei conti in sede giurisdizionale, pur non essendo vincolata, si richiama alle conclusioni della Corte dei Conti, Sezione delle Autonomie, in merito alla legittima liquidazione degli incentivi sugli atti di pianificazione urbanistica, i quali devono essere strettamente connessi alla realizzazione di un'opera pubblica, in mancanza della quale i citati incentivi non sono dovuti, rientrando la citata attività nelle ordinarie attività espletate dai dipendenti dell'ente. Inoltre, l'incentivo liquidato nei limiti del 30% della tariffa professionale ai dipendenti interni, è da considerarsi viepiù illegittimo, anche a fronte della partecipazione negli atti di pianificazione di professionisti esterni.

Corte dei Conti Puglia, Sez. giurisdiz., 14 luglio 2016, n. 253