PrestO - Prestazione Occasionale - ( i nuovi buoni lavoro)

letto 873 voltepubblicato il 30/05/2017 - 15:46 nel blog di Cosimo Martella, in Servizi innovativi per il lavoro, Servizi per l'Impiego

Sono in arrivo i nuovi buoni lavoro ribattezzati  “ PrestO - Prestazione Occasionale”                                                                                                                                                                                          La nuova normativa è contenuta nell’articolo 54-bis della manovra correttiva 2017 (“Disciplina delle prestazionali occasionali. Libretto Famiglia”), approvata dalla commissione Bilancio di Montecitorio, ora all’esame della camera dei deputati.
“Le prestazioni di lavoro occasionale devono  rispettare i seguenti paletti: tetto a 5mila euro annui ai compensi per singolo lavoratore, di cui al massimo 2mila 500 euro a favore dello stesso utilizzatore. Il datore di lavoro può essere una persona fisica, oppure un’impresa fino a cinque dipendenti. Le imprese devono registrarsi all’apposita piattaforma INPS, che supporta le operazioni di erogazione e di accreditamento dei compensi e di valorizzazione della posizione contributiva dei prestatori attraverso un sistema di pagamento elettronico (gestito dall’Inps).
Il buono orario netto è pari a 9 euro. Il datore di lavoro paga la Gestione separata nella misura del 33%, e il premio INAIL al 3,5%. Deve trasmettere almeno un’ora prima dell’inizio della prestazione, attraverso la piattaforma informatica INPS ovvero avvalendosi dei servizi di contact center, una dichiarazione con tutti i dati relativi al rapporto di lavoro. La prestazione non può essere inferiore a quattro ore, 36 euro. Il lavoratore riceve notifica della dichiarazione attraverso un SMS o un messaggio di posta elettronica”.                                                                                                    
Per saperne di pìù                                                  


Art. 54/Bis