L'obbligo per le Onlus di pubblicare i contributi è prorogato al 2019

letto 342 voltepubblicato il 02/03/2018 - 10:24 nel blog di Giuseppe Raffa, in Politiche per i Giovani

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con il provvedimento prot. n.34/2540 del 23 febbraio 2018, ha espresso il proprio parere sull’obbligo, per gli Enti di Terzo Settore, della pubblicazione dei rendiconti economici riguardanti i contributi pubblici superiori a 10.000 euro.
L'obbligo di pubblicazione dei rapporti economici con le amministrazioni pubbliche decorre dall’anno 2019 (scadenza 28 febbraio) in riferimento ai contributi ricevuti nell’anno 2018.

Il Ministero chiarisce che "...deve essere tenuto distinto il profilo riguardante l’oggetto dell’obbligo (la pubblicità degli importi ricevuti) da quello attinente al termine fissato per il suo adempimento (28 febbraio di ogni anno). Alla luce di questa considerazione, si deve ritenere che costituiscono oggetto dell’obbligo di pubblicità gli importi percepiti a decorrere dall’1 gennaio 2018, la cui pubblicità e trasparenza dovrà essere assicurata, nelle forme prescritte, entro il 28 febbraio 2019. Una diversa interpretazione, secondo la quale la norma dovrebbe riferirsi agli importi ricevuti nel 2017, da pubblicarsi entro il 28 febbraio 2018, avrebbe effetti retroattivi sull’obbligo di pubblicità, in contrasto con il principio generale di irretroattività della legge".

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali conclude che "la disposizione in commento necessita di ulteriori esplicitazioni, atte a chiarire l’esatto contenuto dell’obbligo di pubblicità e delle relative modalità di adempimento, al fine di porre in condizione i soggetti obbligati di poter adempiere con esattezza e puntualità alle prescrizioni normative".