Pubblica illuminazione: non rientra tra le convenzioni Consip.

letto 676 voltepubblicato il 24/04/2018 - 08:30 nel blog di Simone Chiarelli, in FORUM APPALTI, Sviluppo Locale

Pubblica illuminazione: non rientra tra le convenzioni Consip.

Consiglio di Stato, sez. V, sentenza 19 aprile 2018, n. 2392

Peraltro, anche alla luce della giurisprudenza amministrativa richiamata dalla difesa comunale (Cons. Stato, Sez. V, sentenza 30.4.2015, n. 2194, nonché, in senso conforme, Sez. III, 14.4.2015, n. 1908), il servizio di pubblica illuminazione (a maggior ragione laddove integrato dei lavori aggiuntivi - di realizzazione di rete in fibra ottica e sistema di videosorveglianza - previsti dal bando del Comune di Crema)
non rientra nel novero di servizi e forniture per i quali, in forza dell’art. 1, comma 7, legge 135 del 2012, come successivamente modificato e integrato, le amministrazioni
locali sono tenute ad approvvigionarsi mediante le convenzioni ed accordi quadro messi a disposizione da Consip (fatto salvo il conseguimento di prezzi inferiori di
almeno il 3% attraverso autonome procedure ad evidenza pubblica). Né sussiste l’obbligo, per le amministrazioni locali, di recepire nei propri bandi di gara i medesimi parametri tecnici ed economici previsti dalle procedure competitive
esperite da Consip.