Il general contractor che prende tangenti è punibile per corruzione

letto 326 voltepubblicato il 06/10/2018 - 14:02 nel blog di Ilenia Filippetti, in FORUM APPALTI

Nei casi in cui i vertici del contraente generale abbiano attivato, per la scelta dei sub-affidatari, una procedura competitiva, violandone le regole, ne rispondono non in qualità di soggetti privati ma in qualità di incaricati di pubblico servizio, trattandosi di affidamenti effettuati per conto della pubblica amministrazione e finalizzati alla realizzazione di un’opera pubblica finanziata con denaro pubblico.
È questo il principio affermato dalla Cassazione penale, sezione sesta penale, con la sentenza del 1° marzo 2018, n. 9385.

LEGGI TUTTO QUI