Gare, la moralità professionale va verificata anche in capo all'organismo di vigilanza

letto 780 voltepubblicato il 18/10/2018 - 09:07 nel blog di Ilenia Filippetti, in FORUM APPALTI, Integrità, Open Government, Sviluppo Locale

Ai fini della partecipazione alla gara occorre dichiarare la sussistenza di requisiti di ordine generale di cui all’articolo 80 del Codice dei contratti pubblici anche in relazione ai soggetti facenti parte dell’organismo di vigilanza ai sensi del Dlgs n. 231 del 2001.

È questo il principio affermato dal Tar Lazio, Roma, con una recente sentenza dell'ottobre 2018.