L'annullamento della gara non cancella il reato di turbativa d'asta

letto 469 voltepubblicato il 28/11/2018 - 08:38 nel blog di Ilenia Filippetti, in FORUM APPALTI, Integrità, Open Government, Sviluppo Locale

L'annullamento in autotutela della gara che sia intervenuto in un momento successivo rispetto alla formale dichiarazione di aggiudicazione non fa venir meno il presupposto per la configurabilità dell’illecito penale del reato punito all’articolo 353 del codice penale.

È questo il principio affermato dalla sesta sezione della Cassazione penale con la sentenza n. 51963/2018, a conferma di pronuncia resa dalla Corte di Appello di Milano.