Vaccinazione per soggetti fragili nei comuni montani in Abruzzo.#Pandemia da Covid-19

letto 482 voltepubblicato il 07/04/2021 - 03:56 nel blog di Giovanni Pizzocchia

 

Vaccinazione per soggetti fragili  nei comuni montani  della Sirentina in Abruzzo. 

 Sono stati in centocinquanta i primi soggetti, fra fragili ed ultraottantenni, già registrati nella piattaforma regionale, che hanno avuto la possibilità di vaccinarsi con la prima dose, agevolmente, presso la sede della Comunità Montana Sirentina, a Secinaro, in provincia dell'Aquila. In tal modo non si son dovuti spostare per  raggiungere Sulmona o il capoluogo con tutti i comprensibili disagi. Un servizio molto importante per i più deboli, grazie ad una postazione mobile, allestita a seguito di intese e sopralluoghi  fra il Commissario dell'ente e la dirigenza del Servizio  Prevenzione dell'ASL. La seconda dose sarà inoculata il 30 aprile p. v., sempre presso la sede dell'ente montano. I comuni coinvolti sono soprattutto della Valle Aterno e  della Valle Subequana. Quattro i medici, fra i quali un sindaco, la dr.ssa Valeri, di Castelvecchio Subequo, ed alcuni infermieri, impegnati con al seguito  l'apposita  ambulanza. La vaccinazione  effettuata qualche giorno fa,  ha ottenuto un ampio apprezzamento di gratitudine da parte dei cittadini interessati  e  soddisfazione ha espresso il Commissario della Sirentina, Luigi Fasciani, grazie anche alla collaborazione dei volontari del Gruppo Intercomunale Volontari di Protezione Civile della stessa Comunità Montana e del personale di supporto volontario in forza all'Ente. Ricordiamo che le Comunità Montane sono state commissariate ed attualmente sono in regime di proroga, a seguito della soppressione per lo spending review attuata dalla Regione Abruzzo, penalizzando tali territori. Tuttavia, nel caso  della Sirentina, si dimostra così, come con tale  servizio di prossimità, soprattutto alle popolazioni più svantaggiate, costituisce realmente  un  riferimento ed una funzione istituzionale fondamentale ed indispensabile, per un'area interna montuosa, fra le più fragili dell'Abruzzo. Tale area montana, difatti,  è stata inserita, non a caso, nella Strategia Nazionale  Aree Interne "Gran Sasso Valle Subequana" e vede capofila il Comune di Molina Aterno, guidato dallo stesso Fasciani, in qualità di sindaco.

La sede della Comunità Montana, inaugurata nel 2000 è una grande e moderna struttura con annesso albergo con circa 40 posti letto ma purtroppo attualmente rimasta inagibile, proprio a seguito della soppressione dell'Ente. L'intero complesso, vicino al campo sportivo comunale  si presta vocato per essere utilizzato come centro logistico per molte finalità: dalla protezione civile, al turismo, alla cultura, al sociale ed alla formazione. Difatti recentemente  l'Associazione Nazionale "Esperti di Protezione Civile",  non a fini di lucro, che ha come obiettivo l'essere di supporto agli Enti Locali, ha già espresso interesse a collaborare con la Comunità Montana Sirentina.

giovanni pizzocchia